…a casa di Vale
PASTA primi piatti

LADITTAS, UN’ANTICA RICETTA DI FAMIGLIA

Ci sono ricette che parlano di amore, di tradizioni e di donne.

La ricetta delle ladittas è una di queste.

Ho realizzato e scritto questa ricetta pensando alla donna che mi ha tramandato questa tradizione: mia nonna.

La ricordo sempre indaffarata, con lo sguardo penetrante e il sorriso timido.

Una donna che ha vissuto, ha sofferto e ha amato.

Ho impastato pensando a lei, a quella ruga che le segnava la fronte, alle sue mani abili e ai suo racconti.

Ladittas, un piatto semplice che veniva preparato nei giorni in cui il paese si riuniva per panificare.

Dopo tante ore di lavoro non si aveva sicuramente voglia di preparare piatti elaborati e particolari e allora si impastava velocemente la farina avanzata e si preparava un sugo di pomodoro semplice.

Il profumo della salsa invadeva ogni stanza, la tavola veniva apparecchiata e velocemente tutta la gente si raccoglieva attorno alla tavola.

Una conchedda racchiudeva una delle ricette più antiche del paese: pasta di semola condita con bagna de tremattas (salsa di pomodoro) e abbondante casu (formaggio).

 

Print Recipe
LADITTAS - RICETTA
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Porzioni
4 persone
Ingredienti
Per l'impasto
  • 400 gr semola di grano duro
  • q.b. acqua a temperatura ambiente
  • 1/2 cucchiaino sale fino
Per la salsa di pomodoro
  • 400 gr pomodori maturi
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 carota
  • 1 cipolla io ho usato quella di Tropea
  • 2 cucchiai olio extravergine
  • 6-7 foglie basilico fresco
Per condire
  • 200 gr pecorino sardo
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Porzioni
4 persone
Ingredienti
Per l'impasto
  • 400 gr semola di grano duro
  • q.b. acqua a temperatura ambiente
  • 1/2 cucchiaino sale fino
Per la salsa di pomodoro
  • 400 gr pomodori maturi
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 carota
  • 1 cipolla io ho usato quella di Tropea
  • 2 cucchiai olio extravergine
  • 6-7 foglie basilico fresco
Per condire
  • 200 gr pecorino sardo
Istruzioni
  1. Cominciate preparando la salsa di pomodoro. Versate in una padella l'olio e fate insaporire aggiungendo lo spicchio d'aglio, la carota a dadini e la cipolla tagliata finemente.
  2. Quando il soffritto sarà pronto aggiungete i pomodori svuotati della loro acqua di vegetazione e dei semi (questo passaggio è fondamentale per evitare che il sugo si inacidisca)
  3. Aggiungete il basilico e fate cuocere per una mezz'ora mescolando di tanto in tanto. Regolate di sale. Frullate il tutto fino ad ottenere una salsa di pomodoro liscia e senza grumi.
  4. Procedete impastando la farina di semola aggiungendo poco per volta l'acqua. Io aggiungo mezzo bicchiere per volta. Dovrete ottenete un impasto morbido ma non troppo. Ricordatevi di salare l'impasto.
  5. Portate a bollore dell'acqua salata e pizzicate l'impasto che avete preparato e buttate i pezzetti di pasta nell'acqua salata. Cuocete per circa una decina di minuti
  6. Scolate la pasta e conditela con la salsa di pomodoro e abbondante pecorino. Servite caldo.

 

You Might Also Like...

Nessun Commento

    Lascia un Commento

    CONSIGLIA Foresta di alberi innevati